Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’ utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento.



335. 7788600

youtube  facebook  mail

Més que un club

Cosa significa "Més que un club"?
Significa molte cose.

E' stato il simbolo di una città e di un paese, che è la Catalogna, che hanno la loro propria lingua, la propria identità e un patrimonio storico molto forte. Non è solo calcio, ma rappresenta l'anima di molti milioni di persone. Per loro la loro squadra di calcio è in realtà una parte della loro identità e un modo attraverso il quale esprimere tale identità. Ma a casa, in Catalunya, il club è da sempre molto di più. Rappresenta la regione calcisticamente e sportivamente (ci sono sezioni dedicate alla pallacanestro, pallavolo, pallamano, pallanuoto, rugby, hockey su pattini, ghiaccio, calcetto e in passato anche baseball e football americano). In questo il Barça non inventa nulla, provate a chiedere a un romano cosa significhi essere della Roma, o a un cattolico scozzese essere del Celtic e a un protestante dei Rangers o a un bavarese del Bayern e via dicendo. Per non parlare della valenza identitaria che assume il calcio in Spagna, si pensi all’Athletic Bilbao che schiera solo giocatori nati o cresciuti nei Paesi Baschi o in Navarra.

Ogni tanto, infatti, il calcio e lo sport diventano veicoli di altri messaggi. Ciò rende forse un po’ meno assurdo l’esaltarsi o il deprimersi per le imprese atletiche degli sportivi. C’è un valore aggiunto in termini di metafora di vita e di valori condivisi. Il motto del Barça quindi è “ Més que un club ”, “ Più di un club ” e non a torto. Negli anni bui del franchismo il club rappresentava l’alternativa allo strapotere centrale incarnato dal Madrid del presidentissimo Bernabeu (il quale durante la guerra civile combattè a fianco del Generalissimo).
Nei 36 anni di regime in cui era proibito (pena la galera) esprimere idee politiche avverse al governo, parlare catalano o basco, organizzare sindacati o associazioni non-conformi, il Futbol Club Barcelona era l’unica entità del paese a funzionare democraticamente, con i soci chiamati ad eleggere presidente e giunta direttiva.

Fin qui tutto bene. Che dire di un club che fino a poco tempo fa non aveva uno sponsor sulla maglia (“ perché la maglia è sacra ”) ma sponsorizzava direttamente l’Unicef? Nulla, se non che poi il tempo passa e ti ritrovi a venir sponsorizzato dalla Qatar Foundation. La forza del FC Barcelona non risiede tanto in un simbolismo che può prestarsi a mistificazioni: i colori del club non sono mutuati dalla bandiera della Francia rivoluzionaria, ma più prosaicamente da quelli del Basilea, la squadra della città d’origine del fondatore del Barça Hans-Max “Joan” Gamper.

Non è tanto il simbolismo dunque, ma l’attenzione ai dettagli che rende impossibile non riconoscere la grandezza del club.

Classifica All Time

base fotomancanti

I NOSTRI PARTNER

bpl
bar shunchine1
GIADA
LA NOCE
electra impianti
oridinori
PANIFICIO GRECO
promutico
TICCONI PNEUMATICI
liquigas
 lupicuti
 drivemotors
 cramm
pizzeria soave

 

 

 

DMC Firewall is a Joomla Security extension!